27 Marzo 2015 , 20.45 Convegno

“Guerra e società civile: l'occupazione del Veneto e Friuli nel 1917/1918”

Villa Ronzani

Giai di Gruaro (Ve)

Veneto

La Conferenza promossa dall’associazione culturale “La Ruota” di Gruaro e a cura del prof. Gustavo Corni, ordinario di Storia contemporanea presso l’Università degli Studi di Trento, ha ricevuto il patrocinio del Comune di Giai di Gruaro (Ve).

L’iniziativa rientra nel Programma ufficiale delle commemorazioni del centenario della prima Guerra mondiale a cura della Presidenza del Consiglio dei Ministri - Struttura di Missione per gli anniversari di interesse nazionale.

Per un anno intero, da fine ottobre 1917 (a seguito della rotta di Caporetto), fino alla conclusione della guerra un pezzo del territorio italiano fu occupato da truppe austro-ungariche e germaniche, che combattevano sulla linea del Piave.

In Friuli e nel Veneto orientale circa 800.000 civili subirono una dura politica d'occupazione da parte della potenza asburgica, che stava rapidamente esaurendo le proprie risorse, militari ed economiche in generale. L'occupazione fu così segnata da grande durezza.

È un tema ancora poco studiato dalla storiografia, anche se ben più ricca è la memorialistica coeva, o appena successiva. Esso merita però un'attenta analisi perché mette a nudo le interazioni fra i civili e i militari, accomunati da una crescente fame e da una sempre più forte voglia che la guerra avesse termine.